logo2

Royale Stutz-1976

Produzione 

Nel 1976 ebbi l'occasione di confrontarmi con un tema inusuale per noi designer del vecchio continente. 

Si trattava di disegnare e costruire su un telaio Cadillac Deville opportunamente allungato un'auto Top per personalità particolari, rispettando l'immagine della casa madre. 

Il problema principale era che non eravamo in possesso dei disegni del telaio, ma l'unica possibilità era di disegnare a "braccio". 
L'azienda di modelli e prototipi CECOMP non disponeva di tecnigrafi di tali dimensioni e quindi, l'esperienza aiuta, mi misi a disegnare su un foglio di carta lucida lungo dieci metri, che attaccato al muro prendeva due lati della stanza (non avevo mai disegnato in vistarama). 

Fu tutto un problema. Il reticolo fu tracciato con un cordino, bolla d'aria e filo a piombo. Il disegno fu realizzato con compasso, squadra e curvilinee (la famosa "Marisa"), ma caso strano non vi furono ripensamenti. 

Una curiosità: ogni mattina, per una settimana, bisognava tirare la carta perchè di notte, con l'umidità, si afflosciava, ma alla fine decisi che poteva essere un vantaggio poiché certe curve venivano da sole. 

Quando realizzai i primi schizzi pilota (A-B) mi venne quasi da ridere. Chi poteva comprare un mostro del genere? 
Alla fine però, cambiando mentalità, riuscii nell'intento. 

La realizzazione fu effettuata dalla carrozzeria Fontana e le prime vetture furono acquistate dal presidente del Gabon, Omar Bongo e dal Re Fhaad, che ne prese addirittura due. 

La vettura era lunga 7.500 mm con peso di 3000 kg. 

Come accessori aveva: Blindatura di serie, trono sollevabile idraulicamente e rotante di 360°, frigo,bar, interfono, telefono, magnetofono, tv e servizio di Bacarat in cristallo e tutte le parti metaliche interne placcate oro 18 K, per un totale di costo al "pubblico" di 285.000$ (in quegli anni era l'auto più cara del pianeta). 

Oggi è rarissima e molto ricercata. 



Prototipo
Prototipo

Prototipo
4
3
2
1
  • Prototipo
  • 4
  • 3
  • 2
  • 1